La scorsa estate

L’ultimo giorno di luglio ti ho dato il mio cuore
ma il giorno dopo tu l’hai gettato via
E adesso non voglio più piangere
voglio trovare una persona speciale

Una volta ci casco ma la seconda… no
Vorrei tenerti a distanza ma tu catturi ancora il mio sguardo
E dimmi, poi, in fondo, mi riconosci?
Beh, è passato del tempo, non mi sorprende…

(Buon Compleanno)
L’avevo scritto e spedito
con un biglietto che diceva “Ti amo”, lo pensavo sul serio
ma adesso so quanto sono stato stupido
e se mi baciassi ancora so che ti prenderesti gioco di me

L’ultimo giorno di luglio ti ho dato il mio cuore
ma il giorno dopo tu l’hai gettato via
E adesso non voglio più piangere
voglio amare una persona speciale

E ricordo una stanza affollata
gente qualunque con gli occhi stanchi
occhi perduti nella tua anima
fredda distante senza futuro…

Ero presente ma assente di forma
Il volto di un amante col cuore in fiamme
Un uomo nascosto, una maschera
frantumata in mille riflessi
ma adesso che voglio l’amore vero
non ti prenderai più gioco di me…

Ed è rimasto solo il volto di un amante
con il cuore in fiamme
Un uomo perduto, una maschera di pietra
frantumata in mille rivoli di sangue…

E allora il mio cuore andrà a una persona speciale
Una persona vera, lo darò a una persona unica
Lo darò alla persona giusta
che conserverà il mio cuore dentro di sè…

E io pensavo davvero che tu saresti rimasta con me
perchè io potevo amarti ancora
Pensavo tu fossi qualcosa di speciale
e ti ho dato il mio cuore
tutto il mio cuore
ma ho sbagliato
e allora lo darò a qualcun altro

Sono passati pochi mesi
solo la scorsa estate
quando ti ho dato il mio cuore
ma tu l’hai gettato via
non gli hai dato valore
L’hai gettato via…

e allora lo darò a una persona speciale
lo darò solo a una persona vera…

2 thoughts on “La scorsa estate

  1. Silvia ha detto:

    Lo darò solo ad una persona vera… lo terrai per te allora… Oppure no. Alla fine nulla importa… siamo soltanto maschere di Arlecchino non vedi? Non credi?

    Mi piace

    • Massimiliano ha detto:

      Siamo tutti delle maschere, certo che lo credo. Eppure, talvolta, succede come un miracolo. Riusciamo ad affrancarci, a spogliarci dell’involucro che così pesantamente ci avvolge. Riusciamo ad essere noi stessi. Ma la persona cui ci sveliamo non sempre è quella giusta.
      E infatti come si può dire che ami una persona, quando al mondo ci sono migliaia di persone che potresti amare di più, se solo le incontrassi?
      Il fatto è che non le incontri…
      e, come direbbe il grande bardo, è qui l’intoppo…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...