Incantesimo

Sono Abrielle
fu tutto quello che disse
e ho avuto la sensazione
di essere perduto.
Ho lasciato che fossero
le sue gambe e le unghie rosse
a parlare
storie in cui sono cresciuto
senza crederci
cucchiai d’argento e lune
al tramonto.
Posso quasi sentirlo
quell’autunno perduto
tra le sue spalle.
Purtroppo non ho mai detto le parole giuste…
allora la notte scomparve
quando lei girò la testa
e sorrise.
Allora, lasciamo le candele bruciare
come un ricco fogliame d’aria
che le stelle
sono
le uniche tracce lasciate.

 

Abry

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...