L’angelo caduto

Un perfetto artigiano,
mi ha creato dall’aria e dalla luce
e dal calore
di tutta la musica che conosceva.
Ha messo il miele sulla mia lingua
e ha acceso mille domande sulle mie labbra
ma sono bruciate troppo intensamente
lasciandomi assetato.

Mi ha vestito di ali morbide
e di lino, fresco e pulito
ha accecato le mie membra
e ha bruciato la mia pelle
di un bianco liscio dalle immagini scolpite
che hanno stregato il mio orgoglio
e oscurato il mio cuore.

Mi ha fatto sedere al suo tavolo
e mi hai nutrito con uva e fichi
per stuzzicarmi l’appetito
e farmi soffrire
un momento di accecante grandezza
che potrei catturare
e lo metterebbe in ombra.

Ha sfoggiato la saggezza dei secoli
e un cuore fragile
di mondi e lingue invisibili.
Ha fatto promesse con i colori
e prismi del bene e del male
che hanno macchiato le mie labbra come un frutto proibito
e mi ha fatto desiderare di più.

Un angelo imperfetto,
io sono stato creato a sua immagine
e nella maledizione
di tutta la bellezza che amava.
Ha messo il desiderio nel mio cuore
e un desiderio di adorazione
che mi ha portato al culmine…
ma non poteva essere negato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...